Ti sarà inviata una password per E-mail

Your Name è un film d’animazione giapponese scritto e diretto da Makoto Shinkai, che grazie a pellicole come 5cm Per Secondo, Viaggio Verso Agatha e Il Giardino Delle Parole, viene ritenuto dal popolo giapponese e non, l’erede di Hayao Miyazaki. Il lungometraggio prende spunto dall’omonimo romanzo di Shinkai, ed è stato presentato per la prima volta all’Anime Expo del 2016.

Quando qualcuno pensa ai film d’animazione, si pensa subito che siano cartoni animati per bambini o per adulti che non hanno voglia di crescere. Cosa più sbagliata non si poteva dire. Esistono una marea di Film d’animazione che sono indirizzati principalmente ad un pubblico adulto, perché intrinsechi di un morale che un bambino di 8-9 anni non potrebbe mai capire, e sopratutto perché vengono trattati temi importanti e delicati. Un esempio calzante è il film di Isaho Takahata Una Tomba Per Le Lucciole, storia di un fratello e una sorella al centro del conflitto della Secondo Guerra Mondiale. Uno dei film più duri realizzati sul fronte Giapponese che vi consiglio di recuperare.

Non così estremizzante come quest’ultimo, Your Name non può essere comunque considerato un film per bambini, grazie ad una trama un p0′ troppo complicata per un ragazzino.

Your Name narra le vicende di Mitsuha Miyamizu, una giovane studentessa delle superiori, che vive nella piccola città di Itomori, nei pressi di Tokyo. Con la mamma morta a causa di una malattia e il padre, sindaco della città, che risulta quasi come un estraneo, Mitsuha e sua sorella Yotsuha vivono con la nonna Hitoha in un tempio di sua appartenenza. Parallelamente Taki Tachibana, liceale di Tokyo, svolge un lavoro part-time in un ristorante italiano. Improvvisamente, sono nascoste le cause, si sveglia nel corpo di Mitsuha e viceversa.

Se durante la prima mezz’ora il film risulta molto bambinesco, con sketch comici molto divertenti tra i due con le fattezze dell’altro, ad un tratto, la pellicola prende un’impronta molto più seria e risulta quasi irriconoscibile, immergendo lo spettatore in un mondo surreale e rarefatto.

Durante il correre progressivo della narrazione, se ad un primo approccio lo scambio tra Mitsuha e Taki è nettamente riconoscibile (ti rendi perfettamente conto quando sono realmente loro e quando si scambiano), lo svolgersi di determinate azioni e il progressivo arrivo verso la fine del film, rendono molto sottile la linea immaginaria che esiste tra realtà e sogno, creando così un trip mentale che però in alcuni tratti risulta poco fluido e di non facilissimo comprendonio, ma che tutto sommato non influisce in maniera grave sullo scorrere della narrazione.

La colonna sonora è stata scritta e composta da Yojiro Noda, cantante della band giapponese Radwimps. Shinkai gli ha chiesto appositamente di comporre “come se la musica fosse un completamento al dialogo o al monologo dei personaggi”. La musica ha ricevuto un grande plauso dal pubblico e sopratutto dalla critica, che la considera come uno dei fattori principali del boom al Box-Office (il film ha guadagnato quasi 500 milioni di dollari il tutto il mondo). Una delle canzoni, Zenzenzense (letteralmente vita prepreprecedente), ha vinto il secondo premio nella categoria Miglior Colonna Sonora ai Newtype Anime Awards dello scorso anno.

L’introspezione dei personaggi è il perno centrale su cui gira tutta pellicola. Descritti in modo perfetto e per nulla poco convincenti. Anche se i personaggi principali sono taki e Mitsuha, riesci comunque ad affezionarti anche a personaggi secondari che c’entrano ben poco con la storia in se.

Purtroppo in Italia la pellicola ha avuto una pessima distribuzione. È stato disponibile nelle sale solo per tre giorni, 23-24-25 Gennaio, come ormai tutte le opere giapponesi che arrivano sul suolo italiano.

Qui sotto vi lascio la colonna sonora del film:

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Twitter per aggiornamenti e novità!

Your Name
7.8Overall Score
Regia7.5
Storia8
Personaggi8