I fratelli Duffer hanno avuto così tante buone idee per la seconda stagione di Stranger Things, che le hanno dovute accantonare per un po’.

La prima stagione della serie Netflix ambientata negli anni 80, ha visto Will Byers rapito da un Demagorgan, mentre Eleven, una giovane ragazza di un risultato scientifico, si fece strada nel nostro mondo attraverso le amicizie con i compagni di classe di Will.

Sappiamo già cosa ci aspetterà nella seconda stagione di Stranger Things. La serie scorsa si è conclusa con l’effetto dell’upside down su Will (si è visto che vomitava lumache), Eleven è dispersa da qualche parte mentre lo sceriffo Hopper ha lasciato degli eggo’s per lei in mezzo al bosco.

In un’intervista con Mashable , il produttore di Stranger Things Shawn Levy, ha fatto comprendere che i fratelli Duffer avevano così tante idee in testa per la stagione, che hanno dovuto scartare qualcosa, si spera, per un capitolo futuro.

“Mentre gli episodi venivano scritti, i fratelle Duffer si sono accorti che c’era fin troppa storia per 9 episodi. Così ci hanno costretti ad essere molto giudiziosi sul materiale da mostrarvi per questa stagione. Quindi una delle sorprese è che se avessimo 40 idee per la stagione, solo 30 potevano essere messe in atto, mentre  10 sono state riposte in un cassetto per, si spera, capitoli futuri.”

Anche se la trama di Stranger Things è molto accattivante, ciò che ha colpito in prima linea gli spettatori sono stati i personaggi e gli attori. Levy ha confermato che Will (Noah Schnapp) sarà al centro della stagione.

La seconda stagione di Stranger Things uscirà quest’anno durante il periodo di Halloween.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Twitter per aggiornamenti e novità!

Share This