Mentre il finale di Stranger Things è ancora lontano, la prossima stagione aiuterà a creare l’arco narrativo che porterà alla fine della storia. 

La prima stagione di Stranger Things è arrivata al momento giusto, mescolando un audace e nuova estetica stile retrò, con un occhio alla fantascienza e all’horror degli anni 80. In quanto tale molti fan si stanno chiedendo se la seconda stagione sarà all’altezza della prima. Tempo fa avevamo parlato di come Stranger Things 2 abbia dei toni molto più scuri rispetto alla precedente stagione, ma non c’è nessuna garanzia che ripercorrerà i suoi fasti.

Collider ha intervistato il co-creatore della serie Ross Duffer al Comic-Con di San Diego, dove lo scrittore ha ammesso che in Stranger Things 2 verranno date le basi per il finale dello show:

“Ho iniziato a parlarne con Shawn (regista della serie) dopo la prima stagione, e con Netflix abbiamo creato un piano approssimativo. Penso che la cosa più importante in questo momento sia mettere le basi per il resto dello spettacolo. Per quanto riguarda il numero delle stagioni non ne siamo ancora sicuri, il nostro unico scopo è impegnarci e farla finire nel modo migliore. Ma non vogliamo soffermarci troppo a lungo, raccontiamo la storia e ce ne andiamo. Quando sentiamo la gente che desidera ancora Stranger Things è fantastico, ma è così che noi vogliamo agire. La storia sugli spin-off è una cosa che adesso a noi non interessa, perché per noi l’importante è concentrarci sulla storia e finirla.”

Come hanno dichiarato i fratelli Duffer, creatori della serie, uno spin-off è nell’aria ma sarà il successo della seconda stagione che influenzerà il risultato.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Twitter per aggiornamenti e novità!

Share This