Netflix ha intenzione di produrre molti più contenuti originali per estendere la sua presenza mediatica in tutto il mondo, ma per farlo dovrà in qualche modo indebitarsi. Anche se in superficie la piattaforma di streaming sembra un colosso con cui è impossibile competere, ha dei problemi finanziari non proprio da nulla. Non riesce ad ottenere guadagni, non ogni anno.

L’anno scorso Netflix ha accumulato un debito di oltre 3,6 miliardi di dollari che nell’anno in corso ha continuato a crescere, con un debito di 4,84 miliardi. La maggior parte di questi soldi è dovuta alla richiesta di licenze per film e spettacoli di terze parti, oltre al finanziamento per la programmazione di contenuti originali.

Proprio per questo il suo obiettivo è sempre stato quello di ampliare il reparto di contenuti originali affinché possa dipendere meno da film e serie tv di terze parti. Per fare ciò Netflix ha annunciato di aver richiesto un prestito di 500 milioni di dollari da 5 prestatori diversi. Secondo molte società, il fatto che Netflix abbia richiesto un prestito e che comunque il suo andamento sarà negativo nei prossimo anni risulta molto preoccupante, ma per Netflix è solo un altro giorno. Il gigante di streaming ha costruito un impero e da allora molti altri colossi tecnologici si sono aperti la strada come Hulu o Amazon che competono a livello di prodotti originali.

A questo punto il budget di Netflix sale a 15, 7 miliardi di dollari, due in più rispetto allo scorso anno. Tutti quei soldi hanno aiutato alla produzione di film e show televisivi come The Defenders, Okja e il prossimo film live-action su Death Note. Inoltre, il credito aggiuntivo, permetterà a Netflix di espandersi ancora di più e di mantenere fidelizzati i suoi 100 milioni e passa di abbonati.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Twitter per aggiornamenti e novità!

Share This