Don Rickles, comico e attore americano, divenuto famoso per i suoi insulti taglienti e per le sue battute tempestose, muore a 90 anni.

Rickles è nato a New York nel 1926, da padre venditore assicurativo e madre casalinga, ed è cresciuto a Jackson Heights, nel Queens. Prima di intraprendere la strada attoriale, Rickels si è arruolato nella marina militare e ha combattuto la seconda guerra mondiale.

Dopo la guerra, Rickles ha incominciato a fare piccoli lavoretti porta a porta come, ad esempio, il venditore di cosmetici o di condizionatori. Ma è stato nel momento in cui lavorava per il macellaio locale, che ha deciso di dare una possibilità alla recitazione. Si è iscritto all’accademia americana di arti drammatiche e fu compagno di studi di Jason Robards e Anne Bancroft.

Dopo la laurea non riuscì a ottenere nessun ruolo a Broadway, così decise di cambiare percorso e cimentarsi nella commedia. Negli anni 50 divenne famoso per il suo criticismo verso le celebrità e per i ruoli che essi interpretavano. Da questa cavolata, ottenne il suo primo ruolo, per di più drammatico, in Mare Caldo.

Da lì in poi la sua carriera prese il via e incominciò ad apparire in film come Beach Blancket Bingo, I Guerrieri, Casinò, e uno dei più memorabili per il pubblico più giovane, dando la voce a Mr Potato in Toy Story.

Sul piccolo schermo ha avuto due piccoli show per brevissimo tempo e ha fatto tentativi per recitare in delle sitcom. Ha vinto ruoli in serie come La Famiglia Addams, Get Smart e Twilight Zone.

“Lo Stand-Up è quello che ha pagato per la casa, le auto e tutte le cose buone della vita, mentre i film e la televisione sono stati solo un bonus per me”.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Twitter per aggiornamenti e novità!

Share This