Ti sarà inviata una password per E-mail

La fantascienza è un genere cinematografico che è nato con il cinema stesso. Il primo film sci-fi fu Viaggio Nella Luna di Georges Méliès nel 1902. Con il passare degli anni, la qualità è continuata a migliorare con 2001: Odissea Nello Spazio, Blade Runner e Matrix, considerata nuova pietra miliare del genere.

Per quanto riguarda l’elenco che sto per presentarvi, faccio una piccola premessa. Tutti i film citati sono usciti in sala tra il 2007 e il 2017 e sono stati esclusi tutti i cinecomics e qualsiasi cosa considerata troppo mainstream (come la serie di Star Wars).

Ecco quindi che vi presento i migliori film di fantascienza degli ultimi 10 anni.

Interstellar (2014)

 


Film che ha generato molto scalpore alla sua uscita, creando due fazioni tra chi lo elogiava a capolavoro e chi sosteneva fosse orribile, senza dubbio è stato un progetto molto ambizioso. I protagonisti sono Anne Hathaway e Matthew McCounaghey, in una storia che coinvolge un gruppo di esploratori spaziali che vanno alla ricerca di un pianeta sostenibile per garantire la sopravvivenza dell’umanità. Il dramma umano che ha voluto raccontare Nolan si basa sul rapporto tra Cooper (McCounaghey) e la figlia, ma il messaggio di come il linguaggio dell’amore sia universale potrebbe risultare un po’ troppo ridondante, ma per il resto Interstellar merita sicuramente un posto nella lista.


Attack The Block (2011)

 


Intelligente, divertente e satirico, il film di Joe Cornisch, Attack The Block, è un perfetto equilibrio tra un B-Movie e una critica sociale tagliente. La storia segue un gruppo di teppisti di Londra che devono difendere il loro isolato dall’invasione di una razza aliena. Film low-budget ma non per questo da scartare, presenta un cast di tutto rispetto tra cui John Boyega, ormai diventato un nome molto conosciuto nel panorama di Hollywood. Gli effetti visivi sono molo solidi, considerando il poco budget a disposizione, ma il film fa della sua forza i personaggi e loro divertenti interazioni.


Gravity (2013)

 


Il film di Alfonso Cuaron racconta la storia di un sopravvissuto (Sandra Bullock), che, dopo che la sua stazione spaziale è stata spazzata via, deve farsi strada  verso la Stazione Spaziale Internazionale, per avere qualche speranza per tornare sulla terra. È impossibile parlare di Gravity senza parlare della sua incredibile fotografia, un dei risultati più incredibili degli ultimi 10 anni della storia del cinema.


The Martian (2015)

 


Ridley Scott ha fatto il suo ritorno alla fantascienza nel 2015 con The Martian. Il film è stato nominato a 7 Oscar e ha portato a casa il Golden Globe per Miglior Film e Miglio Attore In Una Commedia Musicale. Dopo che la sua squadra lo ha lasciato erroneamente sul pianeta Marte senza di lui, Mark Watney (Matt Damon) è bloccato sul pianeta rosso senza via d’uscita. Basato sul romanzo di Andy Weir , The Martian riesce a mischiare attimi di comicità pura che riescono ad alleggerire la tensione, con momenti drammatici da far accapponare la pelle.


Timecrimes (2007)

 


Timecrimes è un film spagnolo di Nacho Vigalondo, al cui centro c’è Hector, un ragazzo normale che è in procinto di trasferirsi in una nuova casa con la moglie. Un giorno Hector vede qualcosa di strano fuori dalla finestra, e partendo da una serie concatenata di eventi il protagonista verrà a contatto con una macchina del tempo che gli permetterà di viaggiare indietro nel tempo di un’ora. Timecrimes riesce a mischiare il mistero, l’horror e il fantasy in un ottimo cocktail con un pizzico di black humour.


Under The Skin (2013)

 


Il film di Johnathan Glazer racconta di un’entità aliena (Scarlett Johansson), che prendendo la forma di una giovane donna umana, si aggira per le strade della Scozia alla ricerca di vittime dell’altro sesso per poi sedurle e trasportarle in una dimensione ultraterrena dove vengono spogliati e poi consumati. Alla fine della pellicola lo spettatore non saprà se quello che ha appena visto è stata una visione straordinaria o bizzarra. Rimani perplesso e incuriosito allo stesso tempo grazie ad un’atmosfera inquietante e una trama molto facile da digerire.


 

Apes Revolution-Il Pianeta Delle Scimmie (2014)

 


Dopo gli orrendi remake del 2001, nel 2011 si è deciso di ritornare a riprendere con forza il franchising delle scimmie geneticamente modificate con L’alba Del Pianeta Delle scimmie. Con nostra sorpresa, il film del 2014, Apes Revolution è stato un successo incredibile, nonché migliore del primo capitolo. Quest’ultimo racconta l’ascesa della comunità di scimmie, guidate da Cesare, che è costretta a confrontarsi con l’umanità, quando un gruppo di umani diventa minaccioso per il gruppo. Il film, come il suo predecessore, si avvale della tecnica del Motion-Capture che ha reso le scimmie più reali che mai. Aggiungi poi una storia avvincente , scene d’azione esaltanti e la grande regia di Matt Reeves e il gioco è fatto.


Sunshine (2007)


Rilasciato nel 2007, l’avventura fantascientifica di Danny Boyle da allora è diventato un classico di culto per la sua grande premessa e le immagini suggestive. In un futuro non troppo lontano il sole ha incominciato a dissolversi. Dopo una prima missione non andata a buon fine, una seconda squadra viene mandata a finire il lavoro. Ben presto si accorgeranno che il compito è più difficile di quanto aspettassero. Il film è stato il primo tentativo di Boyle alla fantascienza. Ogni minuto che passa, Sunshine riesce ad accumulare la tensione e a confondere lo spettatore, con conseguenza, una grande esperienza sci-fi.


Looper (2012) 

 


Looper di Ryan Johnson è un noir fantascientifico che tocca un pò tutto: dalle telecinesi alle realtà alternative. Il personaggio principale è Joe, un killer con particolari competenze incaricato di eliminare un bersaglio mandato indietro nel tempo ad aspettarlo. Anche se la premessa non è il massimo, il film ad un certo punto della narrazione, diventa struggente e malinconico. Grazie alle performance formidabili di Bruce Willis e Joseph Gordon-Levitt, Looper diventa pù di un semplice film d’azione futuristico, bensì uno studio intenso sull’avidità, il destino e il sacrificio.


Inception (2010)

 


Dom Cobb è un ladro professionista che si specializza in estrazione delle informazioni preziose dal subconscio di potenti dirigenti aziendali, per poi venderli alle società rivali. Ogni tanto arriva un film di fantascienza che cambia le regole in tavolta, uno di questi è Inception, uno dei più grandi film di Christopher Nolan, nonché di Leonardo Di Caprio (Cobb). Si tratta di un puzzle metafisico ai limiti della realtà che tesse una ragnatela nella mente dello spettatore senza però risultare troppo complicata.


District 9 (2009)

 


Realizzato con un budget modesto di 30 milioni di dollari, District 9 di Neil Blomkamp è un film di satira sociale  e di attualità che è riuscito a sfidare tutte le aspettative che si sono fatte sul suo conto. La storia si concentra su un gruppo di alieni che sono rimasti bloccati sul pianeta Terra e costretti a vivere in condizioni difficili all’interno di baraccopoli. District 9 è straordinariamente grintoso e del tutto originale e senza dubbio verrà ricordato non solo come uno dei film più belli di fantascienza degli ultimi 10 anni, ma di tutti i tempi.


Moon (2009)

 


Ogni decennio ha almeno un paio di film di fantascienza davvero fantastici. Uno su tutti Moon, pellicola di Duncan Jones con protagonista Sam Rockwell, un lavoratore solitario in una stazione mineraria sulla luna, che è accompagnato nelle sue giornate dall’intelligenza artificiale di bordo (Kevin Spacey). Il film è un One-Man show che si concentra sull’esplorazione di concetti come la solitudine, l’isolamento e la paranoia. Moon è un opera che fa riflettere, ridere e commuovere.


Her (2013)

 


In un mondo in cui le persone sono dipendenti dalla tecnologia più che mai, Theodore (Joaquin Phoenix) è uno scrittore solitario alla ricerca di qualcuno da amare. Decide di acquistare il nuovo OS1, primo sistema operativo e intelligenza artificiale al mondo. Thedore si trova molto bene a parlare con Samantha (Scarlett Johansson) e piano piano si innamorerà follemente di lei. Audace e intimo, il film di Spike Jonze, riesce ad esaminare dei rapporti “sociali” non troppo lontani da quelli di oggi. Phoenix è perfetto nella parte dell’uomo solo e malinconico e la Johansson solo attraverso la voce dell’OS1 riesce a trasmettere una gamma sorprendenti di emozioni.


Upstream Color (2013)

 


Se vi piacciono i film con una narrazione lineare, Upstream Color non fa per voi. Lo scrittore e regista Shane Currath ha tirato fuori un film dalla complicanza unica. Anche se alcuni tratti può risultare lento, si è stranamente affascinati dalle splendide immagini e dalle rappresentazioni potenti che navigano nel film. Riflette sui temi esistenziali come la mortalità, la natura e l’amore.


Snowpiercer (2013)

 


Situato in un futuro prossimo in cui un esperimento climatico ha portato alla nuova era glaciale, gli ultimi umani sopravvissuti  vanno in giro per il mondo sullo Snowpiercer, un treno ad alta tecnologia che ha proprio un sistema economico e di classe. Questo sistema di classi porterà ad una rivolta da parte dei cittadini delle classi inferiori. Diretto dal coreano Bong Joon-ho, Snowpiercer presenta un cast stellare tra cui Chris Evans, John Hurt e Octavia Spencer, ma che fa del suo punto di forza la scenografia (ogni vagone è diverso dall’altro) e le immagini spettacolari.


Arrival (2016)

 


Arrival è l’ultimo film di Danis Villeneuve approdato in Italia lo scorso anno. La protagonista è Amy Adams, una linguista esperta che è chiamata ad indagare su un veicolo spaziale misterioso che atterra sulla Terra. Mentre l’umanità vacilla sull’orlo di una guerra contro gli alieni, Banks (Adams) e la sua elite di linguisti devono trovare le risposte che possono salvare tutto il genere umano. Arrival è un dramma sci-fi che pensa fuori dalla scatola. Un film che racconta ciò che potrebbe succedere realmente se un astronave atterrasse improvvisamente sulla Terra.


Ex-Machina (2014)

 


Ex-Machina è un sci-fi thriller su un programmatore (Domnhall Gleeson) che è stato selezionato per partecipare ad un esperimento rivoluzionario in un rifugio dell’Alaska, di proprietà dell’ideatore del contest (Oscar Isaac). Il film è di Alex Garland che riesce, ogni minuto che passa, ad incrementare la tensione. Un miscuglio perfetto tra performance incredibili, effetti speciali fuori di testa, una regia fantasiosa e dei dialoghi che ti lasciano pensare a lungo dopo la fine del film.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Twitter per aggiornamenti e novità!